home

 


 

 

BioSìArt ®

l’Arte che risana 

 

 

testimonianze

 


E

Arezzo 17/06/2015

"Caro Giustino ,
oggi ci siamo sentite con Paola, la mia amica ,anch'essa sofferente come me di
sensibilità elettromagnetica, e non puoi immaginare la mia gioia nel sentire che
anche la sua vita si sta trasformando con la possibilità finalmente di poter
dormire in un letto, di svegliarsi al mattino e ricordarsi di avere sognato, di
sentirsi riposata dopo anni di ricerche di un luogo dove poter stare, dove poter
vivere e riposare.
A lungo Paola ha dovuto cercare un luogo dove appartarsi, così ha dormito per
lungo tempo anche in macchina sia con il caldo che con il freddo. Gli
elettrosensibili fanno cose incredibili, provano di tutto pur di trovare un
luogo sicuro o qualcosa che li possa aiutare per proteggersi dall'inquinamento
elettromagnetico. Per chi soffre di queste problematiche e, oggi cominciamo ad
essere in tanti visto l'incremento sempre maggiore di questo tipo di
inquinamento, trovare persone che si impegnano seriamente con i loro studi e
ricerche per offrire uno strumento che li possa aiutare a creare un luogo
vivibile e sicuro, è certamente una fortuna grande che io a suo tempo ho trovato
nell'artista/ingegnere Giustino Caposciutti.

Anch'io come Paola, ho potuto verificare dei significativi cambiamenti nel mio
riposo e nel vivere all'interno della mia casa ( nonostante sia vicina alla
direttissima MI/RM e a due potenti antenne della telefonia mobile) con
questo "incredibile Quadro", che, frutto dell'arte di Giustino, e
dell'applicazione e rielaborazione degli studi e scoperte
dell'ingegnere/scienziato belga Walter A. Kunnen,, offrono un sistema sicuro e
garantito per tante problematiche di salute e non solo per quelle che ci
riguardano direttamente come elettrosensibili. 
Naturalmente come tutte le cose, anche quelle più sensazionali vanno
sperimentate di persona e la cosa interessante è che Giustino Caposciutti è così
entusiasta della sua scoperta che si mette a vostra completa disposizione perchè
questo "Quadro" funzioni davvero e porti risultati tangibili. Quando "il Quadro"
sarà appeso ad una parete della vostra casa lo sarà per sempre perchè avrete
prove che funziona davvero.
Un caro affettuoso saluto a Giustino, artista geniale e dall'animo umile , a cui
tutti auguro un giorno di incontrare. Flavia B."


EMCS- Elettrosensibilitù Chimica Multipla

A proposito di MCS ho questa recente testimonianza di Paola che quando l'ho conosciuta, un anno fa, stava molto male. Le sue allergie verso le sostanze chimiche ed i campi elettromagnetici la costringevano ad una vita di sofferenza. Era perfino costretta a dormire in auto lontano dai centri abitati.

L'ho rivista dopo un anno, completamente trasformata dal quadro BioSìArt. Ecco cosa dice:

"Sono Paola, ho 43 anni e soffro di ipersensibilità ai campi elettromagnetici.

Il quadro di Giustino lo porto in macchina quando devo fare lunghi viaggi, perché mi stanco meno e riesco così ad affrontare meglio questi momenti.
Il quadro di Giustino, non mi fà percepire gli allarmi delle macchine in sosta nel parcheggio davanti casa mia, mentre invece prima di utilizzare il quadro, li percepivo e mi creavano molti problemi.
Il signor Giustino, mi ha fatto provare il quadro per un lungo periodo, e solo quando mi sono accorta dei suoi benefici, ho deciso di tenerlo.

Questa è la mia testimonianza.

Grazie Giustino per il suo impegno e la sua grande disponibilità.

Paola. Figline V.no 28/05/2016"


Roma 15 marzo 2013


Ci ha decisamente migliorato la vita erano anni che non dormivamo così bene... Grazie!
Monica e Angelo  (cliccando sul nome si scarica la scheda che testimonia i miglioramenti avvenuti)

 

Arezzo 1 nov. 2012

IL CUBO Testimonianza di Giovanni Nocentini

 

Partiamo subito dal presupposto che il “Cubo” non è un oggetto. Giustino dice: “È un’opera d’arte”. D’accordo, Biosìart. È ben più che un’opera d’arte; anche un uomo o una donna, sono opera d’arte. Ma sono esseri viventi. Il Cubo è un essere vivente (e come tale è anche un’opera d’arte). Da oltre 6 mesi sta nelle mia stanza in un luogo ben preciso ed è lì a compiere una funzione. Da lì interagisce con la casa e con le persone che si trovano in quell’ambiente. Sta ai piedi del letto, un po’ scostato, in un luogo dove potrebbe stare il gatto. Mi sono chiesto se il Cubo abbia il sesso; viene subito da dire: «maschile». Ma chi l’ha detto? Potrebbe essere «femminile», oppure ambedue, maschile e femminile. Io l’ho chiamato Momo. Il nome è maschile (apparentemente) ma Momo è una femmina.

Cosa è successo da quando vivo con Momo? All’inizio niente. È come quando ti prendi un gattino che inizialmente gironzola per casa finché non trova il «suo» posto, o i suoi posti. A lungo andare però… cosa faresti se ti togliessero il gatto? Tu dici: “Ormai ci sono affezionato e guai e chi me lo tocca!” Come sarebbe possibile, ora, vivere senza Momo? E se è così vuol dire che alla lunga Momo, in qualche modo, mi ha cambiato la vita. Prima di tutto mi accorgo che, in generale, sto bene, sono più sereno, più ottimista, più rilassato di prima. Poi, guardando ai particolari, posso dire che prima di notte non dormivo bene, sentivo la pesantezza di fegato, avevo persino preso l’abitudine di non cenare e mangiare solo un po’ di frutta, per essere più leggero e affrontare meglio la notte. Da quando c’è Momo non sento più alcun disturbo e anche se mi è capitato di cenare normalmente, o perfino eccedere con gli amici, non cambia nulla, il fegato se ne sta lì buono assolvendo la sua funzione regolarmente. Per quanto riguarda il cuore, non ho mai avuto seri problemi, ma ultimamente lo sentivo affaticato, a volte nell’affrontare delle fatiche mi mancava il fiato, adesso questo non accade più. Il sonno ora è alquanto più tranquillo, mi sveglio di solito una volta per andare al bagno e mi riaddormento subito, al contrario di prima che dovevo alzarmi almeno tre o quattro volte. Un particolare inconfutabile: durante la notte, prima, avevo delle “apnee” e me ne accorgevo benissimo perché mi svegliavo di soprassalto. Non mi è più successo!

Non so se è Momo che veglia sulla mia salute, sta di fatto che sto bene! Anzi, più volte mi capita di incontrare conoscenti ed amici che mi dicono: «Ti trovo bene»; oppure: «Come stai bene… Sei ringiovanito!». Oppure: «L’ultima volta ti avevo visto teso e preoccupato, non eri tranquillo, ora sei così sereno!...». A questo punto comincio a credere che la vita con Momo è una vita felice, è l’angelo che veglia sulla mia salute e custodisce la mia serenità!

Momo è il personaggio protagonista di un famoso romanzo di Michael Ende. Vicino ad una città senza nome, vi sono i resti di un antico anfiteatro, simbolo in passato di arte e divertimento. Qui vi trova rifugio una piccola bambina dalle misteriose origini di nome Momo ed i cittadini di questa innominata città, oltre a prendersene cura, trovano in lei alcune potenzialità fuori dal comune: fa sbocciare la fantasia dei suoi coetanei, è capace di riappacificare gli animi litigiosi, di far comprendere gli errori e trovare le soluzioni dei problemi. Al termine del romanzo Momo riesce a restituire la pace alla città, interrotta dallo stravolgimento del tempo, trasformato in ritmi frenetici ad opera di certi signori grigi. Momo agisce attraverso l’uso di misteriosi fiori. Infine Momo torna a casa spinta dalla forza di quei meravigliosi fiori e può così riabbracciare tutti i suoi amici. È possibile rintracciare tra le righe di questo racconto delle allusioni agli effetti benefici del nostro prezioso Cubo. Come, ad esempio, i signori grigi potrebbero rappresentare le correnti elettromagnetiche nocive presenti nella casa e i misteriosi fiori sarebbero gli elementi interni del Cubo, i quali agiscono nello stesso modo che il vischio (in epoca romana) nei confronti di dette correnti nocive.

Villarfocchiardo (TO) - 01/10/2012

Mi chiamo Adriana e utilizzo il quadro BioSìArt da una settimana e ho riscontrato alcuni benefici: il sonno subisce meno interruzioni e risulta essere più profondo; di conseguenza la mattina mi sento più riposata e durante la giornata mi ritrovo ad avere più energia. Prima, a fine serata, mi sentivo più stanca, mentre adesso riesco a rimanere concentrata più a lungo.

Un caro saluto.

Adriana Lucà


Mi chiamo Federica (sono figlia di Adriana) e sono a contatto con il quadro di Giustino Caposciutti da circa una settimana. 

Da subito ho riscontrato benefici nel sonno, che infatti adesso risulta essere più prolungato e più profondo. La mattina, quando mi sveglio, mi sento più riposata e durante la giornata sono più concentrata. La sera, non mi sento più affaticata come prima e riesco a svolgere diverse attività che prima non avevo la forza di portare a termine.

Un caro saluto.

 

Torino 15/01/2011

Sto sperimentando la Casetta da circa 3 mesi: queste sono le mie considerazioni.

1- la mattina mi alzo più riposata e con più energia

2- Ho avuto un attacco di bronchite con tosse, per una settimana: Ho notato che non ho avuto febbre e non ho avuto un calo di energia.

3- L'ambiente è più armonioso e rilassante pertanto è  migliorata l'armonia famigliare

4- Sto valutando l'incidenza della casetta su mio figlio affetto da epilessia. Durante questo periodo le crisi sono calate sensibilmente, ma soprattutto lui manifesta più tranquillità, più equilibrio e più energia.

Secondo me quanto sopra detto è da ritenersi come impressione individuale da non ritenere estendibile ad ogni persona o situazione. Il mio consiglio è quello di provarla, soltanto così si può capire se può essere utile o no.

La sottoscritta la Casetta se la tiene gelosamente.

Ringrazio gli inventori Giustino e Giovanni e porgo cordiali saluti.

Gotta Giacomina

 

Sto sperimentando la "Casetta" da 45 giorni. Queste le mie considerazioni:

La qualità del sonno è migliorata, al mattino mi alzo più riposato anche se le ore dormite sono meno di prima.

Dei piccoli dolori alla schiena sono passati così come la sinusite. Il naso che prima colava molto con il freddo adesso lo fa meno.

Mi sento più sereno e non ho più ansie con attacchi di panico. Non avverto più aritmie cardiache e non "scalcio" più durante la notte.

Ho anche meno ritenzione idrica.

Mio figlio di 6 anni dorme molto di più, è più riposato, tranquillo e rilassato.

Roberto Crescimbeni

San Giorgio di Piano (Bologna) 25/12/2010

 

Il mio dormire è cambiato, non ricordo più i sogni al mattino. Ho come l'impressione di non aver sognato.

Mi sento più rilassata ed in armonia con l'ambiente, il volto è più disteso.

Ho meno palpitazioni, meno ritenzione idrica, mi sento più resistente a prendere raffreddori ed influenze.

Il bimbo vuole adesso dormire a tutti i costi nella camera dove c'è la "Casetta"  cioè la nostra. Dorme molte ore in più e più profondamente.

Rosa Turi

San Giorgio di Piano (Bologna) 03/01/2011

 

Migliorare il proprio benessere è quello che da sempre ho cercato di fare; ora con l’inquinamento elettromagnetico che ci circonda la “casetta” del biorisanamento è stato per me un punto importante per raggiungere lo scopo.

Erano anni che il mio amico G:C: mi proponeva il suo impianto di protezione ma prima era troppo invasivo, occorreva modificare l’aspetto della casa con inserimento di tasselli di sughero su tutte le pareti.

Questa è una soluzione migliore, tutto è racchiuso in un piccolo spazio e funziona!

Ecco l’effetto: prima dormivo male e di notte mi alzavo parecchie volte per andare in bagno; la prima notte che è arrivata la “casetta” ho dormito 10 ore di seguito alzandomi finalmente riposata. Tutto quello che interferiva esteriormente alla stanza si è bloccato, ed è diventata una specie di oasi tranquilla e la salute è davvero migliorata.

Non più dolori nelle varie parti del corpo, non più sogni inquietanti, ma una radice di forza che mi permette di vivere meglio. Ho avuto fiducia, ho comprato a "scatola chiusa", Giustino,  ma ne valeva la pena!!!

Marisa Rampini – Bordighera 15 settembre 2010

 

Frédérique TOUBEAU - BORDIGHERA

Scheda di Sperimentazione con la "casetta" del BiosìArt inventata da Giustino C. e Giovanni G.

Effetti sul sonno

Inizio della sperimentazione: notte del Venerdì 1° Ottobre 2010

criteri qualità sonno*:xxxx molto profondo, xxx profondo, xx normale,x leggero

criteri qualità sogni* : xxx belli, xx neutro, x brutti (incubi)


 

sensazione al risveglio

Data Notte

qualità sonno*

ore dormite

pause notturne

(bagno..)

qualità sogni*

molto riposata

1/10/10

xxxx

9

1

xxx

ben riposata

2/10/10

xxx

8

2

xx

ben riposata

3/10/10

xxx

8

1

xx

ben riposata

4/10/10

xxx

8

1

x

ben riposata

5/10/10

xxx

8

1

xx

riposata

6/10/10

xxx

6

1

xx

molto riposata

7/10/10

xxxx

9

1

xx

molto riposata

8/10/10

xxxx

10

1

xx


 


 


 


 


 


 

Conclusioni:

Ho cominciato ad esperimentare il "biosìArt", un metodo per neutralizzare le onde magnetiche negative dentro l'habitat umano , invisibili all'occhio ma nocivi alla salute, circa 5 anni fa grazie alle ricerche di Giustino C.e Giovanni G.

Di conseguenza l'habitat diventa "sanato", con un'atmosfera più rilassata e permette di riposare meglio di notte, periodo in cui uno è più vulnerabile alle onde magnetiche..

Le prime esperienze anche se positive all'inizio richiedevano più impegno nella loro manipolazione : Risciacquare ogni sera prima di dormire delle ampolle sparse per tutta la casa, e più avanti installare dei pezzi di sughero, e poi delle bacchette d'alluminio sotto i soffitti che però bisognava cambiare o riaggiustare regolarmente perché le onde "si muovono".

La "casetta" sembra essere la soluzione "magica"! Il meccanismo di neutralizzazione viene rinchiuso in un cubo di circa 30 cm di lato e non necessita più manipolazione; lo si mette in un angolo della casa e basta!

E' passata una settimana da che esperimento questa "casetta -cubo" e devo dire che dormo come un angelo e mi sveglio molto riposata pronta a godermi la giornata! Prima non era così dormivo meno e peggio...

Spero che la casetta continui ad avere questi effetti benefici e consiglierei a chi ha dei problemi di sonno di esperimentarla.

Grazie. FT

 

Era stato rilevato un nodo di Hartman nel salone dell’appartamento e tutte le piante da 6 anni a ora morivano, seccate miserabilmente e mio marito non riusciva a stare seduto vicino quel punto, accusava tachicardia, mal di testa, stanchezza fortissima e nausea. Si alzava e andava a dormire in un'altra stanza. E’ stata messa una grossa tormalina nera come protezione e dopo 2 settimane si è rotta in metà.

Dormivamo entrambi non più di 5 ore per notte.

Da quando abbiamo la Casetta BioSiArt abbiamo riscontrato che la 1 settimana il nodo di Hartman è diventato neutro e poi dopo 10 giorni ho ritestato ed è scomparso e la pianta che ho riposizionato in quel punto è rigogliosa.

Dormiamo molto bene senza risvegli per almeno 7 ore.

Dopo 10 gg. La domenica mattina per la prima volta ci siamo alzati alle 11,30 dopo circa 12 ore di sonno e mio marito adesso si addormenta profondamente nel punto e non accusa più nulla di negativo.

Non mi sveglio più con gli occhi gonfi quindi i reni funzionano Meglio.

Sento uno stato di “beatitudine”. Non c’è più quello stato di ansia che avevo tutti i giorni.

 

Patrizia Scoppelletti – Venaria – 14 ottobre ’10

 

 

“…il cubo, ha riempito di sonno riposante ed energetico le mie notti, senza per nulla impedire alla mia mente di avventurarsi tra i sogni. Da quando è presente in casa, si sono registrati due fatti curiosi: mio figlio, ormai adolescente, mai stanco e desideroso di andare a dormire, con il cubo, di cui non conosce l’esistenza né il suo significato, addormenta facilmente e riesce a mantenere il sonno più a lungo; in secondo luogo, il mio gatto non dorme più nella mia camera da letto!...” 

Simonetta Perrone  - ottobre 2010

 

prima della casetta:

·         Risvegli notturni frequenti (circa ogni ora e mezza) e difficoltà a riprendere sonno tra un risveglio e l’altro. Prolungate veglie notturne con conseguente stanchezza diurna.

·         Mal di testa giornalieri a cui spesso segue la somministrazione di analgesico, spesso inefficace.

·         Nicolò 10 anni, anche lui frequenti risvegli notturni e difficoltà la mattina ad alzarsi riposato.

·         Mal di testa dovuti al ridotto riposo notturno.

Primi dieci giorni con la casetta:

·         Effetto immediato: il mal di testa passa ogni volta che passo qualche ora in casa

·         Dopo un giorno il riposo notturno è continuo (le ore dormite sono le stesse, circa 6)

·         Non si verifica né assenza né riduzione dell’attività onirica

·         Nicolò ne trae lo stesso beneficio portando le ore di sonno effettivo da 6/7 a 8/9.

Un mese senza casetta:

Durante le vacanze in una località montana molto tranquilla non abbiamo portato con noi la casetta.

·         Risvegli notturni prolungati per molte ore

·         Mal di testa frequenti

·         Nicolò ha riportato difficoltà ad addormentarsi e a mantenere il sonno notturno.

Nuova casetta con fori:

·         tranne in rari casi dovuti a stress emotivi, il riposo notturno non subisce interruzioni

·         mal di testa quasi del tutto assenti. 

 

Serena Lisciardello - Pinerolo - ottobre 2010

 

Ho avuto modo di avere la ‘casetta’ con me da circa un anno e ho notato diversi cambiamenti:
innanzitutto ho avuto una diminuzione del fabbisogno del sonno, mi sono sufficienti 6 ore/6 ore e mezza per sentirmi riposato e lucido a differenza delle otto ore necessarie prima; la prova del nove è stata quando, per qualche periodo, non l’ho avuto in casa, infatti in quei giorni ho riscontrato una maggiore necessità di riposo;
nonostante le temperature polari dell’anno scorso che ci sono state a Torino, non ho avuto il benché minimo accenno influenzale (mal di gola, raffreddore ecc…);
e un ultimo fatto un po’ più curioso, la lenta ma costante chiusura, quindi ricrescita di barba, di una alopecia che ho sul viso da diversi anni.

Pasquale Iuliano - Torino - 2 nov 2010
 

 

La biobox (Casetta BioSìArt) ci consente di riposare più serenamente , di vivere in casa con

più luminosità e aria più rarefatta, con più serenità.

 L'effetto della bio box a distanza ormai di circa 20 giorni per me che

soffro di gonfiori e rintenzione idrica, sta risultando un ottimo drenante. grazie

 Francesca e famiglia - Rapallo - ott.2010

 

Personalmente ho voluto scommettere sul bio-risanamento fin dall'inizio, e non mi sono mai pentito della mia decisione. Ho seguito l'evoluzione seguita agli studi effettuati da Giustino C. e Giovanni G. ed ora dal primo ottobre sto  sperimentando a casa mia gli effetti  del la casetta. 

Devo dire che su una collina sopra a dove abitiamo mia moglie ed io c'è un'antenna (ripetitore) molto grande che ha sempre causato delle conseguenze nefaste sull'ambiente della nostra abitazione.

Riesco finalmente a riposare molto bene e anche quando riesco a dormire solo per 5/6 ore mi sento comunque riposato. Sono personalmente grato che possa esistere una tale risorsa che permette al tempo stesso di riposare bene quando necessario e anche di mantenersi in buona salute, visto che le due cose per quanto mi riguarda vanno insieme.

21 ottobre 2010, Bordighera

Paolo Brasolin